Shibumi

Alexander McQueen detail S/S 2015 japanese inspiration

Alexander McQueen detail S/S 2015 japanese inspiration

..Shibumi allude a una grande raffinatezza sotto apparenze comuni. E’ un’affermazione così precisa che non ha bisogno di essere ardita, così acuta che non dev’essere bella, così vera che non deve essere reale. Shibumi è comprensione più che conoscenza. Silenzio eloquente nel modo di comportarsi, è modestia senza pruderie. Nell’arte, dove lo spirito di shibumi prende la forma di “sali”, è elegante semplicità, articolata brevità. Nella filosofia, dove shibumi emerge come “wabi”, è una serenità spirituale non passiva; è essere senza l’angoscia del divenire. E nella personalità di un uomo, è…come dire? Autorità senza dominio? Qualcosa del genere

Trevanian, Shibumi

regramo from mardou_

regramo from mardou_

Non credo ci siano parole più precise per descrivere ciò che ho trovato durante il mio viaggio in Giappone.
Più che “trovato”, in realtà, si tratta dello spirito che ho percepito nelle persone, gustato nei cibi e sorseggiato nel te, respirato nei templi nascosti nella natura ed in cui mi sono immersa negli onsen a pochi passi dal mare.
Nel libro Un’Eredità D’Avorio e Ambra Edmund De Waal scrive che: ” Il Giappone inizia dove termina il frastuono della città”.

Kyoto

Kyoto

Tokyo, però, “sa essere davvero silenziosa” ed offrire inaspettatamente scorci e luoghi puri ed incontaminati che creano un inedito ed armonico equilibrio con luci, megaschermi, costruzioni avvenieristiche mentre una folla ininterrotta di persone si dilegua nel silenzio a distanza di qualche viuzza in salita.

DSCN3424

Se la mia conoscenza delle calzature giapponesi si esauriva con i geta di legno laccato che è buon uso indossare all’ingresso di alberghi e locali, Kyoto e Nara mi hanno ricordato che sono le tabi shoes le calzature tipiche del Sol Levante anche se in Occidente sono conosciute più che altro come modello iconico che Maison Martin Margela creò a partire dal 1989.

Maison Martin Margela Tabi Boots

Maison Martin Margela Tabi Boots

A Kyoto si possono vedere indossate comodamente da persone comuni, spesso come parte della divisa di operai, giardinieri e degli shafu che tirano i rischiò a due ruote, quasi fossero scarpe da lavoro tradizionali.
Il negozio Tabi-ji di Nara propone rivisitazioni moderne e sportive oltre alle immancabili e fondamentali calze con le dita separate: io ho scelto il modello Nanten di colore blu. :-)

Nanten blue tabi shoes

Nanten blue tabi shoes

Nanten blue tabi shoes

Nanten blue tabi shoes

Dovevo andare al Dover Street Market di Ginza per scoprire i sandali rosa del finlandese Achilles Ion Gabriel, mentre davanti alle vetrine delle celebri perle Mikimoto, ho sorriso per l’esclusiva collaborazione con Ladurée

Achilles Ion Gabriel 2015

Achilles Ion Gabriel 2015

DSCN3098

Ladurée for Mikimoto

Ladurée for Mikimoto

L’amore dei Giapponesi per Parigi è palpabile in molti dei ristorantini e delle piccole boutique “alla francese” disseminati a Shibuya e dintorni. Mentre il negozio Restir a Roppongi sembra la versione squisitamente orientale di Colette, in boutique come Muse de Deuxieme Classe a Omotesando, il gusto europeo viene declinato al meglio se abbinato ad un marchio orientale come nel caso dei sandali Toga Pulla, della stilista Yasuko Furuta.

Muse De Deuxieme Classe boutique

Muse De Deuxieme Classe boutique

Toga Pulla Sandals

Toga Pulla Sandals

Perdendosi nelle vie a ridosso di Omotesando Hills, può capitare di imbattersi in negozi curiosi come Tokyo Bopper, le cui scarpe del marchio Belly Button sembrano uscite direttamente da un cartone animato e vanno indossate rigorosamente con i calzini bianchi!

Belly Button shoes

Belly Button shoes

Belly Button shoes

Belly Button shoes

Sono tornata a più riprese ad Aoyama ed ogni volta è stata una nuova sorpresa: pochi altri quartieri al mondo sono così interessanti per lo shopping…
Il primo giorno si è trattato di ammirare le costruzioni che i migliori architetti del mondo hanno realizzato per i grandi nomi della moda: se il building più iconico continua ad essere quello di Prada, il mio preferito è quello di Chloè, mentre la recente inaugurazione di Miu Miu e Stella McCartney vale più di una passeggiata…

Prada building by Herzog & De Meuron

Prada building by Herzog & De Meuron

Chloè boutique Aoyama

Chloè boutique Aoyama

Miu Miu Aoyama

Miu Miu Aoyama

Le volte successive mi sono addentrata nelle stradine adiacenti, fresche e colorate, al cui interno piante e fiori si fondono con abiti ed accessori meravigliosi: è così che mi sono imbattuta nelle calzature di Hender Scheme, marchio del designer Ryo Kashiwazaki che realizza dei capolavori in pelle morbidissima, come queste sneakers con suola in cuoio…

Hender Scheme shoes

Hender Scheme shoes

Hender Scheme shoes

Hender Scheme shoes

…o al Super A Market di Aoyama dove tutto è casualmente perfetto!

Super A market boutique Aoyama

Super A market boutique Aoyama

Super A market boutique Aoyama

Super A market boutique Aoyama

L’ultimo pomeriggio mi sono fatta coccolare nella SPA di Three Cosmetics, marchio di skincare il cui nome si riferisce alle tre parole chiave della sua filosofia: naturale, onesta e creativa.
Da Antianti Organics ho poi scelto una delle fragranze dei loro profumi 100% naturali…

Antianti Organics  parfums

Antianti Organics parfums

..ed infine mi sono ristorata prima con un centrifugato al Nomu Cafe, dove il danese Nicolai Bergmann crea le sue incredibili composizioni floreali e poi con un te verde all’albicocca all’ Aoyama Flower Market Tea House: un paradiso.

Aoyama Flower Market Tea House

Aoyama Flower Market Tea House

Una delle librerie più belle mai viste..? La Tsutaya Books sulle colline di Daikanyama: tutti i libri che desideravo e anche quelli che non sapevo ancora di volere!

Tsutaya Books

Tsutaya Books

Gli abiti più interessanti? Quelli di Tae Ashida nella sua boutique sempre a Daikanyama e soprattutto di Tsumori Chisato: colorati e divertenti.

Tsumori Chisato S/S 2015

Tsumori Chisato S/S 2015

Poi c’è l’amore per i gatti, per il silenzio, il gusto minimalista ante litteram e la semplicità che è frutto di studio e riflessione…tutto questo e molto altro mi hanno spinta a partire e convinta a ritornare al più presto.

regram from mardou_ Yukio Mishima and his cat

regram from mardou_ Yukio Mishima and his cat